Informativa Breve sui Cookies
Questo sito fa uso di cookie. Continuando la navigazione sul sito fiem.it si acconsente all’utilizzo di cookie in conformità con la presente Cookie Policy.
Se non si acconsente all’utilizzo dei cookie presenti in questo sito, occorre impostare il proprio browser in modo appropriato oppure non usare il sito fiem.it.
I cookie utilizzati nel ns. sito tengono solo traccia delle visite, nessun dato personale viene memorizzato.

  • top-banner-4-fiem-2017-offerte
  • top-banner-1-fiem-2017-offerte
  • top-banner-2-fiem-2016-offerte
  • top-banner-3-fiem-2016-offerte

Abbiamo 43 visitatori e nessun utente online

banner-facebook google plus-01 utube
 

SiteLock

Serie Germinatoi

Germinatoi

Fiem germinatoi
Una tecnica molto affermata per la germinazione è quella dell’utilizzo di speciali incubatrici dotate di luci artificiali che favoriscono il processo di fotosintesi delle piante. E’ possibile infatti anticipare e velocizzare questa fase mettendo le piante in incubatrice e fornendo loro luce attraverso lampade fitostimolanti al neon.

I vantaggi della semina a luce artificiale sono molteplici: prima di tutto si guadagnano alcuni mesi e le plantule arrivano ai primi caldi già grandicelle e non di meno c’è il piacere di poterle seguire comodamente  in casa in un periodo in cui le altre attività sono ferme. Inoltre la semina a luce artificiale può essere iniziata in qualunque momento dell’anno con l’ausilio di un macchinario che vi permetterà di monitorare costantemente tutti i parametri climatici artificiali necessari ad una buona germinazione.
 
I semi vanno interrati a 1-2 centimetri dalla superficie, la terra va bagnata e, per aumentare la percentuale di germinazione, si può mettere una pellicola trasparente che trattenga l’ umidità. Meglio tenere la temperatura superiore ai 25 gradi in questa fase. Dopo una settimana inizia la germinazione che solitamente si conclude nelle due settimane successive;  poi può nascere ancora qualcosa ma è residuo.

Non appena la temperatura esterna lo permette le piantine possono essere trasferite fuori per completare la crescita.

Si consiglia di cambiare i neon quando iniziano a consumarsi (diventano neri alle estremità).

I vasetti adatti ad una seminiera devono essere possibilmente quadrati, circa 5x5x5 con foro sul fondo. Oppure esistono dei contenitori di plastica già predisposti con sei scomparti. Tenete conto che in un vasetto delle dimensioni indicate posso essere seminati dai 20 ai 50 semi e più. Il tutto dipende dalle dimensioni tipiche del genere in giovane età e da quanto tempo dovranno trascorrere in quel substrato prima di poter essere travasate.

Per prassi, consigliamo di dare una occhiata ogni giorno, controllando che le piantine crescano bene, siano sane, che non si formino filamenti o patine sulla superficie o peggio, che appaiano larve o altri insetti. Se applicate scrupolosamente tutti gli accorgimenti necessari conseguirete ottimi risultati.

Vorremmo concludere dicendo che il vero maestro di ogni cosa è comunque l’esperienza.